Stampa

Il corso "Tecnologie interattive per la costruzione di saperi ambientali"

Le lezioni con la LIM si sono svolte in un'aula dell'Istituto Comprensivo "A. Pacinotti" di Torino con il quale è in corso una collaborazione.

Fotografia dei corsisti nell'aula dell'Istituto Pacinotti Fotografia del corso con la LIM nell'aula dell'Istituto Pacinotti

Una giornata intera di studio e riflessione si è svolta presso l'Agriturismo-Fattoria didattica Terra e Gente ad Albugnano da sempre impegnato nella solidarietà e nell'impiego e diffusione di corretti e sostenibili metodi di coltivazione e rapporti uomo-ambiente.

 

Sintesi del progetto approvato da Idea Solidale

Il progetto vuole coniugare la diffusione dell’utilizzo di tecnologie Open Source (a sorgente aperto) alla realizzazione di oggetti didattici (Learning Objects) per la costruzione di saperi ambientali riutilizzabili indipendentemente dalle strumentazioni tecnologiche a disposizione e modificabili secondo il contesto in cui ci si trova a fornire formazione.

I volontari che parteciperanno al percorso di formazione saranno successivamente attivi su due versanti: realizzazione di oggetti didattici rispondenti a specifiche azioni formative di carattere ambientale; predisposizione e conduzione di percorsi formativi offerti alle scuole.

Nel dettaglio i volontari saranno formati all’uso del software “Sankoré” per gestire apparecchiature LIM sia nelle versioni commerciali delle differenti marche presenti sul mercato, sia nelle versioni di tipo economico, le cosiddette WiiLD (acronimo di Wiimote Lavagna Digitale). Si tratta inoltre di un software che permette di creare oggetti didattici utilizzando qualsiasi tipo di computer a disposizione.

 Analisi dei bisogni formativi

Premessa

Nel percorso di pur faticoso e non lineare processo di ammodernamento delle strumentazioni didattiche nelle scuole italiane è un’esigenza sentita quella di utilizzare gli apparati tecnologici a disposizione e in particolare le LIM (Lavagne Interattive Multimediali). Un grave ostacolo alla diffusione e alla replicabilità delle proposte didattiche con questo strumento è però costituito essenzialmente da due elementi: la non interscambiabilità degli oggetti didattici tra sistemi autore differenti e la difficoltà di operare con strumenti autore spesso complessi e di non facile approccio.

Bisogni cui intende rispondere il nostro progetto

Per ovviare alle difficoltà esposte, intendiamo formare i volontari che predispongono i progetti educativi per le scuole e quelli che già abitualmente svolgono le loro attività presso le scuole, soprattutto primarie e secondarie di primo grado, all’impiego del software Sankoré in modo che possano agire su più livelli di intervento:

Scopo dell’iniziativa rispetto ai bisogni individuati

Durante il percorso di formazione i volontari impareranno a tradurre in un “linguaggio” innovativo i contenuti che già fanno parte del loro bagaglio culturale e professionale.

Verrà fornita loro una preparazione di base sulla tecnologia oggetto del corso sia con materiali di studio preparati per il corso.

Il risultato atteso è che, nel breve periodo, i volontari siano in grado di operare i loro interventi di educatori anche attraverso l’impiego di tecnologie innovative e che nel medio e lungo termine riescano a contribuire alla formazione di un repertorio di oggetti didattici strutturati o parzialmente strutturati da inserire nell’offerta educativa dell’associazione.

Caratteristiche dei destinatari

I destinatari sono volontari che già in precedenza hanno elaborato le proposte educative di Triciclo e che attualmente stanno aggiornando (sulla base degli studi relativi ad ambiente, riciclo, sostenibilità ambientale, ecc. che sono state elaborate e pubblicate in questi ultimi tempi) tali proposte per renderle sempre più incisive e attuali.

Alcuni dei volontari destinatari del progetto di formazione sono inoltre già parte attiva nello svolgimento delle attività richieste dalle scuole.

Numero minimo di Volontari da formare : 10 (fino a un massimo di 15)

Fasi e tempi di realizzazione

Durata dell’iniziativa: da settembre alla fine di novembre 2014

Incontro introduttivo (16 settembre 2014 – ore 2) per la spiegazione del senso e della metodologia del corso, la consegna dei materiali utili per un primo approfondimento individuale.

Lezioni in aula-laboratorio. (4 incontri di tre ore nei mesi di settembre-ottobre) Durante gli incontri previsti in aula attrezzata con le tecnologie da utilizzare verrà seguito un approccio di “imparare facendo” attraverso la formazione di una comunità di pratica che, insieme al docente, esplorerà gli aspetti di base del software Sankoré e successivamente imparerà a utilizzarlo per realizzare gli oggetti didattici utili alle future azioni formative in ambito di educazione ambientale proposte. Nel corso delle lezioni verranno assegnate esercitazioni individuali al fine di consolidare quanto appreso.

Lavoro di gruppo. (Giornata full immersion di 6 ore, mese di ottobre). Sotto la guida di un docente che effettuerà due ore di docenza e 4 di conduzione di gruppo, i volontari destinatari della formazione organizzeranno lavori di gruppo destinati alla impostazione ed elaborazione di oggetti didattici.

Attività online con tutoraggio: durante tutto il percorso formativo i partecipanti utilizzeranno la rete per dialogare, chiedere spiegazione e aiuto relativamente allo studio e alle esercitazioni individuali.

Metodi di valutazione

All’inizio del percorso di formazione verranno accertate le preconoscenza dei corsisti sia riguardo alle conoscenze di carattere ambientale, sia rispetto alle competenze d’uso delle tecnologie digitali da utilizzare.

I livelli di apprendimento saranno dimostrati e validati dalla capacità raggiunta di utilizzare le metodologie innovative oggetto del percorso, oltre che dall’esecuzione di specifiche esercitazioni

Alla conclusione dell’iniziativa il livello di apprendimento complessivamente raggiunto dai partecipanti sarà indicato dalla qualità degli oggetti didattici realizzati e dall’acquisita padronanza della tecnologia. In particolare si prevede l’inserimento di una proposta didattica coerente al percorso svolto all’interno dell’offerta formativa dell’Associazione.

Al termine del percorso di formazione sarà somministrato un questionario di gradimento e di accertamento delle competenze acquisite in modo da ricavare un grafico statistico rappresentativo dei cambiamenti introdotti nel modo di operare dei volontari.

 Per conoscere i risultati finali puoi scaricare i documenti conclusivi: rendicontazione (formato pdf) - questionario di gradimento (formato pdf) - statistiche del questionario (formato pdf).

Questo sito utilizza "technical cookies" (necessari per la navigazione), "analytics cookies" (in forma anonima) e cookies da social networks. Nessuno di essi serve a scopo pubblicitario. Chiudendo il banner, scorrendo la pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni.