Contenuto principale

Obiettivi del concorso

Lo scopo del concorso è di promuovere la conoscenza delle tematiche relative al rapporto tra l’uomo e le risorse naturali idriche, fondamentale per la vita sulla Terra, tanto da essere sempre più attuale e strategica per le politiche e le progettazioni dei governi e degli organismi internazionali.

 

Il 20 dicembre 2010 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato all’unanimità la risoluzione intitolata “Anno internazionale della cooperazione nel settore idrico – 2013”. La risoluzione evidenzia la fondamentale importanza dell’acqua per la salute e il benessere delle persone, per lo sviluppo sostenibile, per conservare l’integrità dell’ambiente e condurre all’eliminazione della povertà e della fame.

Tutti i percorsi d’acqua sono una parte integrante dell’ambiente e dell’ecosistema terrestre. La crescente gravità dei fenomeni di inquinamento delle risorse idriche ha imposto l’attenzione sulla necessità di guardare ai fiumi, laghi e altre fonti d’acqua dolce non come risorse da sfruttare, ma come risorse ambientali che devono essere protette e valorizzate.

Ne consegue che l’uso “sostenibile” delle risorse idriche per la loro tutela è diventato, soprattutto a partire dalla Conferenza di Rio del 1992 su ambiente e sviluppo, un obiettivo cruciale dell’azione internazionale.

La mostra delle opere che parteciperanno al concorso vorrà quindi offrire, attraverso le differenti sensibilità e interpretazioni dei concorrenti, un panorama attuale e diversificato dell’importanza dell’acqua nella vita degli uomini sul nostro pianeta.

L’Associazione Triciclo

Sintesi delle informazioni sulla nostra Associazione che trovi diffusamente sul sito.

L’Associazione di volontariato “Triciclo” è nata nel 1996 su iniziativa dell’Organizzazione Non Governativa CISV (Comunità Impegno Servizio Volontariato) di Torino.

L’Associazione si pone l’obiettivo di rispondere in modo semplice e immediato all’esigenza di ridurre la produzione di rifiuti stimolando il riuso e il riciclo, nonché consumi più responsabili, ambientalmente e socialmente sostenibili, collegando il malsviluppo e il sovraconsumo delle società più opulente con il sottosviluppo delle regioni del Sud del Mondo.

L’associazione pertanto promuove progetti di educazione ambientale nelle scuole elementari, medie, superiori su questi temi.

In questa linea, s’inserisce anche il sostegno offerto ai progetti di sviluppo realizzati nel Sud del mondo.

Produzioni editoriali

L’Associazione Triciclo ha anche realizzato esperienze significative in ambito formativo e di animazione, per mezzo di produzioni editoriali, tra le quali

• CD rom “A scuola di Agenda 21”, in collaborazione con il CISV, edito da EMI. (2003)

• Dentro ai nostri giochi, guida didattica per la creazione di ecogiocattoli

• Acqua di vita – parole e immagini

• Parlamento Italiano dei Giovani per l’Acqua – Atti

• La scuola che vorrei

• Il manuale “Vado al minimo”

• La sezione “La difesa dell’oro blu” nel 3° Rapporto dell’Osservatorio sui diritti e sulla cittadinanza dei giovani “Progresso: avanti tutta!...?” – ( Ed. Gruppo Abele 2007)

• “Come un albero” – Piccola antologia dallo sguardo planetario, Ed. Marcovalerio 2013

Sostegno a progetti di sviluppo nel Sud del Mondo

Negli anni 2004 e 2005 l’associazione Triciclo ha sostenuto il progetto di sviluppo della Ong CISV in Benin per l’organizzazione della raccolta rifiuti nella città di Bohicon in Benin. Tale sostegno è ripreso nel 2007.

Dal 2011 Triciclo sostiene progetti di formazione scolastica e professionale nell'Isola di Santo Antão a Capo Verde.

Dal 2013 con il finanziamento della Fondazione Prosolidar Onlus di Roma è stato avviato un corso di "Formazione Professionale" nel settore delle costruzioni civili e dell'impiantistica idraulica a Ribeira das Patas, nell'interno dell'isola di Santo Antão - Capo Verde.

Contributi all’Associazione

Attualmente l’Associazione Triciclo, nella provincia di Torino, promuove iniziative per la sensibilizzazione e l’educazione ambientale per i giovani e i cittadini: incontri, eventi di informazione, spettacoli, prodotti editoriali e offerte didattiche alle scuole.

Nel Sud del mondo stiamo avviando altri progetti in campo educativo con lo scopo di permettere la prosecuzione degli studi a giovani capoverdiani dell’Isola di Santo Antão che non hanno risorse economiche sufficienti.

Se hai voglia di conoscerci e aiutarci come simpatizzante o volontario di Triciclo scrivi alla nostra mail istituzionale Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. saremo felici di incontrarti.

Se vuoi conoscere e sostenere i nostri progetti puoi visitare il nostro sito per sapere come fare e conoscere le nostre iniziative.

Se vuoi contribuire con donazioni ai nostri progetti, vedi le pagine dedicate (oppure clicca sul bottone “Dona” nella Home page).

Per ulteriori informazioni scrivici Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefona ai n. 348 2249044 e 345 6344023

La Provincia di Torino

La Provincia di Torino esercita funzioni e competenze per la gestione integrata degli aspetti di protezione qualitativa delle risorse idriche superficiali e sotterranee e rappresenta uno degli attori principali nel processo di raggiungimento degli obiettivi di qualità delle acque previsti dalle normative europee e nazionali.

Da anni, oltre alle funzioni gestionali di rilascio di autorizzazioni e concessioni, coordina e promuove i Contratti di Fiume e i Contratti di Lago sul proprio territorio, strumenti volontari per la gestione integrata e partecipata di fiumi e laghi.

E’ possibile approfondire le attività svolte su queste tematiche alla pagina web dedicata alle Risorse Idriche sul sito della Città Metropolitana di Torino, ente che dal 1° gennaio 2015 ha sostituito l'ente Provinciadi Torino.

La giuria

Presidente Rodolfo Suppo.
Dopo la laurea in architettura con una tesi sulla fotografia dell’ambiente urbano, è stato fotografo professionista per quindici anni per poi occuparsi di grafica computerizzata e multimedialità. Sue fotografie professionali sono state pubblicate su riviste e libri, e sono comparse in molte esposizioni, tra cui Hinh Anh, arte e architettura vietnamita (1985, Torino, Biella e Parigi), la mostra itinerante del WCPP (World Council of Professional Photographers, l’associazione internazionale dei fotografi professionisti). Personali alla galleria Tagliento nel 2008, a villa Gualino nel 2009 e per il Comune di Chivasso nel 2013.
Tra i fondatori del SIAF (Sindacato Italiano Artigiani Fotografi), ne è stato presidente a Torino dal 1982 al 1988. Dal 1988 al 1996 è stato presidente nazionale dell’Associazione delle Imprese Grafiche e Fotografiche della CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola Impresa).

Composizione

Fanno parte della giuria persone esperte del settore appartenenti all’Associazione Triciclo e alla Provincia di Torino:

Giorgio Tartara – presidente dell'Associazione Triciclo, esperto di fotografia e multimedialità.

Claudia Rossato - Servizio Risorse Idriche della Provincia di Torino, laureata in scienze naturali ed esperta di risorse idriche.

Marina Boccalon – Servizio Comunicazione Istituzionale, Informazione e Relazioni della Provincia di Torino, coordinatrice degli aspetti grafici per la comunicazione.

Selezione delle fotografie

La giuria escluderà dalla partecipazione, a proprio insindacabile giudizio, le opere ritenute fuori tema o che risultino contrarie alla moralità pubblica o al buon costume. In particolare, per la sezione “Acque chiare?”, verranno escluse anche le opere che rappresentino ambienti acquatici al di fuori del territorio della Provincia di Torino.

Fra le fotografie pervenute che risulteranno in regola con le norme concorsuali la giuria selezionerà le opere vincitrici valutandone, a suo insindacabile giudizio, oltre che l'aderenza alle finalità del concorso “L’acqua, la vita, l’uomo”, il valore estetico e le caratteristiche di originalità e creatività.

Le fotografie ammesse entreranno di diritto, indipendentemente dal risultato conseguito nel concorso, nel catalogo digitale.